Gregory Colla & Stefano Pedone: WTDJ (WHO IS THAT DJ)

Prosegue la mia indagine su come gli italiani sfruttano le potenzialità insite nel web 2.0 al fine di realizzare i propri progetti.

Oggi intervisterò due DJ: Gregory Colla, un amico di lunga data che conobbi durante un soggiorno sull’isola di Minorca, e Stefano Pedone, suo compagno in questa avventura. 

Quando nasce il vostro sodalizio musicale? 

Il nostro sodalizio artistico nasce nell’estate del 2012.

Perché avete deciso di chiamarvi “Who is that DJ”? 

L’idea del nome nasce dal fatto che per i nostri DJ set ci presentiamo al pubblico mascherati e da una scena piuttosto comune nelle discoteche di tutto il mondo: l’immagine di un ragazzino che vede in azione un DJ ed esclama “Who is that dj?”. Si presume, ovviamente, che l’interrogativo sia dovuto al fatto che in quel momento il DJ alla consolle stia “spaccando di brutto”, entusiasmando il pubblico in sala.

La professione del DJ, oggi, non si limita più alla sola scelta del genere musicale da proporre, ma coinvolge l’ascoltatore su più fronti. Chi viene alle nostre serate, ad esempio, è coinvolto in una vera e propria performance artistica. Il progetto WHO IS THAT DJ, infatti, segue la tendenza odierna di alcuni performer di presentarsi mascherati alla consolle. A differenza di questi dj che traggono l’ispirazione per il loro camuffamento dalla sci-fi come i Daft Punk, i Djs From Mars o Deadmau5 noi ci presentiamo sulla scena vestiti come il personaggio de “Il Macellaio” interpretato da Daniel Day Lewis in Gangs of New York. Un balzo indietro nel tempo al 1846 nel degradato quartiere dei “Five Points” della suddetta città. 

Il nostro obiettivo, comunque, è quello di offrire la massima qualità sia in fase produttiva sia durante i nostri dj set. 

Avete studiato uno strumento musicale o composizione? 

Entrambi abbiamo studiato uno strumento e anche se oggi le nostre produzioni vengono sviluppate solo davanti al PC, la nostra conoscenza musicale viaggia in parallelo con quella informatica. A volte, però, quest’ultima assume un ruolo preponderante nella creazione di un singolo. Di contro, per quanto riguarda la musica che produciamo non è necessario aver studiato uno strumento musicale o composizione. Questo non vuol dire che creare un pezzo di qualità sia facile ed alla portata di tutti. Bisogna conoscere bene il programma informatico che si utilizza e riconoscere le frequenze sonore giuste facendole collimare. 

Qual è il vostro genere musicale preferito? 

Ascoltiamo veramente di tutto. E’ incredibile come il linguaggio musicale sia davvero universale. Troviamo spunti davvero interessanti in tutti i generi di musica. 

Qual è il vostro background culturale? 

Entrambi abbiamo seguito diversi percorsi artistici oltre a quello musicale. Ad esempio, abbiamo recitato a teatro. Queste esperienze ci hanno molto aiutato nella creazione del personaggio: WHO IS THAT DJ. 

Che tipo di musica create? 

Le nostre sonorità sono il frutto di una continua ricerca sperimentale. Spaziamo tra diversi generi: Dubstep, Complextro, Electro House, Progressive House. 

Come utilizzate la Rete per sviluppare il vostro progetto artistico? 

La nostra attenzione nei confronti della Rete e dei Social Network è altissima. Ci puoi trovare su: SoundCloud, Facebook, Twitter, Myspace, Linkedin, Google+, You Tube, Tumblr, Pinterest, Instagram. Il nostro progetto cresce in funzione dei “like” ottenuti. Si sa che la sovraesposizione online porta popolarità e di conseguenza crescono le opportunità lavorative e di business. E’ un’operazione molto delicata e strategicamente difficile, per questo abbiamo deciso di affidare ad un professionista ed amico questo arduo compito. 

Quali risultati avete ottenuto fino ad ora? 

La nostra presenza online ci ha portato, per quanto riguarda la produzione musicale, a collaborare con alcuni artisti stranieri e con due etichette discografiche indipendenti: l’inglese MyCity Unsigned Records, che ha sede Londra, e la tedesca Betty Beat Records. Inoltre, i nostri singoli si trovano sui maggiori portali che commerciano musica online tra cui iTunes, Beatport, Amazon e molti altri. 

La nostra speranza è che la Rete ci aiuti ad ottenere la possibilità di esibirci al di fuori della scena torinese.

Cari lettori, se siete curiosi di scoprire la musica dei WTDJ o di vedere le loro performance non vi resta che cercarli sui social network su indicati oppure potete contattarli attraverso la loro email ed invitarli ad esibirsi nel vostro locale oppure ad un vostro evento: whoisthatdj@gmail.com

Qualora, invece, abbiate bisogno di aiuto per sviluppare la vostra comunicazione online non siate timidi e contattatemi. Correrò in vostro aiuto.

Annunci

Un pensiero su “Gregory Colla & Stefano Pedone: WTDJ (WHO IS THAT DJ)

  1. Pingback: Come scegliere il nome per la propria attività | Federico Chigbuh Gasparini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...