Come scegliere il nome per la propria attività

 

Il naming, ovvero la scelta del nome della propria azienda, del proprio prodotto o servizio, non è un’operazione facile così come può sembrare a prima vista.

Infatti, molti aspiranti imprenditori non fanno una ricerca preliminare su Internet per capire se qualche altra azienda, attività o brand utilizza, già, il nome prescelto per farsi riconoscere dal proprio target di riferimento.

Diverse volte mi è capitato di essere contattato da un cliente che voleva il mio contributo come project manager per seguire la realizzazione del sito web aziendale oppure per organizzare la sua presenza sui vari social network e scoprire che il dominio da lui desiderato era occupato da un’altra azienda oppure che Facebook non mi permetteva di aprire una pagina fan con la denominazione prescelta poiché già aperta da qualcun altro che non necessariamente era un concorrente del mio cliente.

Il caso più complesso che mi è capitato di dover affrontare riguarda il progetto musicale dei Who Is That DJ di cui ho parlato in questo articolo.

I due dj, che si presentano in scena mascherati, avevano scelto di chiamare così il loro gruppo perché si erano immaginati la seguente scena: un ragazzo partecipa ad un loro evento musicale e rimane particolarmente colpito dalla musica proposta durante il dj set da chiedere a chi gli sta vicino “Chi è quel dj?”. Domanda che in inglese si traduce così: “Who is that dj?”.

Inizio il mio lavoro e scopro che su Facebook, il social più idoneo per intercettare gli amanti della EDM (Electronic Dance Music, n.d.r.) acquisendo così numerosi fan in modo da farsi notare da dj più famosi, etichette discografiche, organizzatori di eventi, promoter, discoteche e riviste di settore, tale denominazione è utilizzata da un competitor americano che ha creato una società la quale fornisce dj per diversi tipi di eventi che si svolgono in tutto il Nord America. Un mercato molto appetibile che genera un gran ritorno d’immagine poiché in questo periodo l’EDM, laggiù, fa tendenza.

Così sono costretto, essendo arrivato a progetto già avviato e con delle tracce musicali pubblicate sia su SoundCloud, il servizio gratuito utilizzato da moltissimi musicisti per promuoversi, sia da due label straniere, ad aprire una fan page con l’acronimo: WTDJ. Infatti, cambiare il nome non era più proponibile in quanto avrebbe generato confusione e gettato alle ortiche il lavoro sviluppato dalle etichette discografiche.

A questo punto, per evitare sorprese in vista di una futura realizzazione del sito web dedicato al gruppo, faccio la ricerca che avrebbero dovuto fare i due dj prima di partire col loro progetto e scopro, con notevole disappunto, che il dominio wtdj.com è occupato da una società cinese, mentre è libero quello whoisthatdj.com.

Infatti, il competitor americano di cui ho parlato poc’anzi aveva acquistato il dominio: whosthatdj.com.

Ovviamente, i ragazzi procedono all’acquisto dell’unico rimasto libero. Scelta comprensibile ma che, a mio parere, potrebbe comportare futuri problemi sul mercato statunitense.

In conclusione, io consiglio vivamente a tutti coloro che vogliono lanciare un progetto di creare, prima di tutto, un elenco con le possibili denominazioni dell’azienda o del brand che si vuole promuovere.

Successivamente, fate una ricerca con un servizio come quello messo a disposizione da Spazio Web per capire se qualcuno ha già acquistato un dominio che utilizza uno dei nomi presenti nella vostra lista. Se ne avete la possibilità acquistate subito ciò che è rimasto libero anche se non avete in programma di realizzare o farvi realizzare, a breve, un sito web istituzionale.

Oggigiorno, acquistare un dominio ha un costo di pochi euro e vi evita spiacevoli future sorprese che vi costringerebbero a spese superiori per modificare la vostra brand identity.

Infine, controllate che il nome da voi prescelto non sia utilizzato da altri come denominazione di una pagina fan o di un profilo sui social network su cui volete essere presenti.

Fatto tutto ciò potete iniziare a costruire la vostra corporate identity cioè sito web, biglietti da visita, brochure e quant’altro dovrà rappresentare la vostra immagine.

Questi sono i miei suggerimenti su come scegliere il nome per la propria attività. Se qualcuno di voi, miei cari lettori, ne ha degli altri vi invito a condividerli con tutti noi commentando questo mio articolo. Grazie.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...