L’arte del follow up

Oggigiorno fare follow up, cioè tutte quelle attività di comunicazione che seguono il primo contatto con il nostro interlocutore, è diventato ancora più essenziale che in passato.

Il follow up è bidirezionale poiché deve essere eseguito sia che sia tu a dover ottenere qualcosa da qualcuno sia a parti invertite.

Ma andiamo con ordine.

Le situazioni più comuni sono:

  • tu contatti una persona perché vuoi qual cosa da lei;

  • tu sei contattato da qualcuno che vuole ottenere da te qualche cosa.

Ed in entrambi i casi vieni lasciato sospeso in un limbo senza risposte.

Ultimamente, ti sarà capitato di telefonare ad un fornitore per chiedere un preventivo e di dover attendere a lungo la sua risposta. Vero?

In quel frangente ti sarai domandato: “Visto che tutti si lamentano della crisi, perché non mi risponde velocemente dato che gli sto offrendo un’opportunità di guadagno?”.

Sai come mai accade ciò?

“Sono tutti molto impegnati e non hanno trovato, ancora, il tempo per rispondermi”, mi dirai.

Risposta sbagliata!

“Allora si sono dimenticati di ricontattarmi”, mi risponderai.

Sbagliato!

Svegliati, amico! La verità è che agli altri non importa nulla del tuo tempo.

Il tuo tempo, cioè ciò che nessuna persona ti potrà restituire e quindi una delle cose più preziose che possiedi, per loro non ha alcuna importanza.

A questo punto se vuoi ottenere una qualsivoglia risposta devi dare per scontato una qualche attività di sollecitazione ed in alcuni casi dovrai essere particolarmente insistente.

Alcune persone si sentono a disagio nel far ciò poiché non vogliono appiccicarsi addosso l’etichetta di scassaminchia, come direbbe Pif.

Ma farsi questo genere di scrupoli non porta da nessuna parte. Il risultato finale è che diventerai verde di rabbia come l’Incredibile Hulk! e basta.

In un mondo ideale ad una domanda seguirebbe sempre una risposta. Questo nella realtà, però, non accade.

Quindi abbandona ogni scrupolo. Impara dai bambini che insistono fino a che non ottengono ciò che vogliono oppure fino a quando non riesci a persuaderli a desistere da loro intento.

In ogni caso il bambino ha ottenuto la sua risposta. Il cerchio è chiuso.

I bambini sono un fulgido esempio di tenacia e determinazione.

Le persone tenaci e determinate piacciono, e nove volte su dieci portano a casa il risultato.

Come ho accennato poc’anzi la cosa bella del follow up è che funziona in ambo le direzioni.

Ad esempio, se per caso fossi tu a dover fare qualche cosa per il tuo interlocutore potresti stupirlo tenendolo regolarmente informato su ciò che stai facendo per lui.

Ti garantisco che otterrai un effetto Wow!

Oggi nessuno si aspetta un servizio del genere e quando lo si riceve se lo si ricorda a lungo.

Inoltre, stai sicuro che il beneficiato parlerà ai suoi amici di te e del modo efficiente in cui hai gestito il rapporto tra di voi intercorso.

Raggiungi così due effetti:

  • Se il tuo interlocutore è anche un tuo cliente lo fidelizzerai a vita;

  • In più ottieni un sacco di pubblicità gratuita.

Quindi, amico caro, te lo dico da amico abbandona ogni forma di timidezza e datti al follow up.

Hai solo da guadagnarci!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...