Bilancio del 2015

Il 2015, mio caro lettore, è appena stato archiviato ed è tempo di fare un bilancio.

Dal punto di vista professionale l’anno che si è appena concluso è stato quello della svolta. Infatti, dopo alcuni anni in cui ho navigato a vista, ora ho imboccato con decisione una via che sento appartenermi: quella del Business Design.

I risultati, se da un punto di vista meramente economico, sono ancora largamente insufficienti, da quello delle opportunità, invece, sono straordinari.

Il cambio di passo è avvenuto a maggio, allorquando ho partecipato via web al “Hay House World Summit” (la casa editrice Hay House pubblica libri, film, corsi dedicati alla crescita personale e spirituale come ad es. quelli del Dr. Wayne Dyer, n.d.r.). Qui ho scoperto tutta una serie di nuovi autori tra cui Christian Mickelsen, colui che con un suo ebook gratuito rilasciato in concomitanza del lancio di un suo corso ha dato il via a tutta una serie di eventi che hanno impattato positivamente sulla mia vita professionale.

La lettura di questo libro mi ha aperto un mondo tutto nuovo: quello dei lanci degli infoprodotti di cui, fino a giugno, ero stato “vittima” inconsapevole.

Dopo la lettura di questo manuale ho scoperto una parte della strategia sottostante e cosa più importante sono passato all’azione applicando le teorie appena imparate al mio caso.

Ovviamente, i primi risultati non sono stati quelli sperati. Però, l’eco delle mie azioni mi ha permesso di iniziare una collaborazione con Web Marketing Aziendale, un’azienda di Brescia specializzata in Lead Generation.

Galvanizzato da questo primo risultato mi sono messo ad analizzare le tecniche sviluppate da altri infomarketer americani per vedere se potevo apprendere ulteriori segreti che mi portassero dei risultati concreti.

Durante il mio percorso ho conosciuto: Callan Rush, Jeff Walker, Eban Pagan ed altri professionisti del settore che si sono arricchiti applicando queste tecniche.

Non avendo la possibilità di investire nei corsi di tutti questi personaggi mi sono limitato ad analizzare il materiale gratuito che, di volta in volta, mettono a disposizione di tutti nel momento del lancio dei loro prodotti e la loro biografia.

Dopodiché ho estratto alcuni elementi comuni e li ho calati nella mia realtà.

In breve tempo altre opportunità si sono manifestate all’orizzonte:

  • Angelo Cerrone, noto blogger campano, ha scritto un pezzo su di me.

  • Francesco Panìco di Blog Facile ha ospitato sulla sua piattaforma un report in cui è spiegato più nel dettaglio quello che ho imparato da Mickelsen, dalla Rush e da Walker, e come l’ho applicato.

  • Dal mio incontro col prof. Paolo Orlandi, che tiene un corso universitario sul Marketing Pandemico alla LABA di Rimini e al Poliarte di Ancona, è nato il progetto Italian Business Design il cui primo frutto è stato un ebook che ha l’ambizioso obiettivo di traghettare il panorama italiano nel Marketing del nuovo millennio.

  • Mi è stato proposto da un’associazione culturale di Varese di tenere un workshop per i loro iscritti.

  • Ho avuto l’opportunità di parlare con Samuele Onelia il fondatore di Italian Indie. Colui che ha rivoluzionato il panorama italiano del podcast dedicato al mondo del business.

  • Da ultimo sono stato coinvolto in un progetto molto interessante rivolto al mondo delle Startup.

Ecco, tutto ciò è nato dalla semplice lettura di un libro e dalla mia decisione di passare all’azione calando in un contesto culturale molto differente da quello americano tutto quello che avevo imparato da esso e le altre tecniche di cui via via venivo a conoscenza durante il mio viaggio di approfondimento.

La strada che ho imboccato non so se mi farà diventare milionario come le persone che ho preso a modello, ovviamente lo spero; però, in breve tempo, mi ha già mostrato diverse opportunità di guadagno che starà a me concretizzare attraverso il duro ed appassionante lavoro.

Adesso, mio caro lettore, non mi resta che salutarti augurandoti che il tuo 2016 sia felice e ricco sotto ogni aspetto, e ricorda:

Sii indipendente, reinventati e fai la differenza!

Federico

Annunci

9 pensieri su “Bilancio del 2015

  1. Bravo Federico! Grazie per l’aiuto che anche tu dai agli altri piccoli blogger che in qualche modo stanno cercando di crearsi un’identità sul web! Ti auguro tanta fortuna per le opportunità che ti si sono aperte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...