Come crearsi il giusto mindset imprenditoriale grazie ai podcast

Oggi, mio caro lettore, ti parlerò di uno strumento molto utile per formare il giusto mindset imprenditoriale.

Io stesso ne ho tratto un enorme beneficio in termini di fatturato da quando, circa sei mesi fa, ho deciso di farne un uso massiccio per riempire i tempi morti delle mie giornate e il mio tempo libero.

Lo strumento di cui ti voglio parlare è il podcast.

CHE COSA E’ UN PODCAST

Come avrai notato, se navighi in Internet con una certa assiduità, i mezzi di comunicazione tradizionali (giornali, radio e TV) hanno dato origine, nel mondo digitale, a dei loro “fratelli minori”.

Il podcast è, per l’appunto, il “fratello minore” della radio.

Si tratta di una “Radio on Demand“.

In pratica il podcaster genera un file audio e lo carica su un server da cui ogni ascoltatore lo può scaricare.

L’indirizzo di posizionamento di questo file viene inserito in un feed RSS, ovvero una sorta di menù del ristorante, nel quale è possibile aggiungere tutta una serie di informazioni legate a quel file audio e che si aggiorna, automaticamente, ogni volta che si carica un nuovo file.

A questo punto l’ascoltatore diventa parte attiva poiché è lui che seleziona cosa ascoltare e scaricare sul proprio device (PC, lettore MP3, tablet o smortphone) per crearsi il proprio palinsesto da sentire quando, come e dove vuole.

La forza di questo strumento sta appunto in questa grande libertà data a chi ne fruisce.

Fatta questa doverosa premessa tecnica lascia che ti spieghi come nasce il termine podcast e la storia di questo tool.

Lo sviluppo a fine anni ’90 di una rete Internet capace di trasportare un’enorme mole di dati, la commercializzazione dei primi lettori MP3 e la digitalizzazione degli strumenti per la produzione audio avevano abbattuto notevolmente i costi per produrre musica e programmi radiofonici.

Ciò aveva portato, negli USA, alla nascita di diversi programmi radiofonici autoprodotti e diffusi via web.

Il 12 febbraio 2004 grazie a un articolo dal titolo Audible revolution del giornalista Ben Hammersley pubblicato sul giornale The Guardian viene coniato il termine podcasting per identificare questo nascente fenomeno.

Nel 2005 Steve Jobs consacra il termine podcasting quando annuncia che i nuovi iPod avranno la funzione per scaricare da iTunes i podcast e collezionarli.

Visto che molti di questi programmi radiofonici trattavano di argomenti che in radio non si potevano trattare, come, ad esempio, il sesso oppure la discriminazione razziale o di genere attraverso un linguaggio molto esplicito, questo mondo inizia ad attirare i giovani.

Nel 2007 Apple presenta l’iPhone, telefono + lettore MP3, e ciò dà un ulteriore spinta al fenomeno podcast, negli Usa.

Nel 2014 il podcast Serial diventa un caso editoriale che rende il podcasting un vero e proprio fenomeno di massa.

Il pubblico richiede sempre più podcast, le aziende iniziano a sponsorizzarli, la TV inizia a dedicare la sua attenzione a questo fenomeno e fare il podcaster diventa un’attività grazie alla quale si può vivere più che dignitosamente.

Questo negli Stati Uniti d’America.

Ma in Italia?

Beh, nel nostro Paese, il fenomemo del podcasting ha preso piede negli ultimi 4 anni con un trend in crescita nell’ultimo anno.

COME SFRUTTARE UN PODCAST

Per chi è un imprenditore o aspira a diventarlo questo tool diventa un ottimo compagno di lavoro poiché lo aiuta a forgiare la propria mentalità.

Tra l’altro il podcast lo si può ascoltare ovunque e mentre si è intenti a fare altro.

Ad esempio, la mattina quando ci si fa la barba oppure quando si va a correre in un parco o durante gli spostamenti casa-lavoro.

Le occasioni sono innumerevoli.

Tutto tempo morto che si può recuperare e rendere produttivo.

Sì, hai capito bene: produttivo.

Infatti, i podcast ti possono fornire un sacco di informazioni interessanti e di spunti utili per il tuo lavoro.

Inoltre, se il loro ascolto si trasforma in un’abitudine prolungata nel corso del tempo, quello che impari arriverà ad agire a livello subconscio.

PODCAST ITALIANI: I MIEI FAVORITI

Tra i podcast italiani che seguo per migliorare il mio mindset imprenditoriale e da cui traggo spunti utili per migliorare il mio business ci sono:

  • Italian Indie: il podcast di Samuele Onelia e Alberto Cabas Vidani è una raccolta di interviste fatte a imprenditori che hanno lanciato business digitali di successo.

    Si tratta del primo podcast che ho iniziato a seguire con una certa assiduità e che mi ha aiutato a trovare altre persone con la mia stessa mentalità da cui imparare scorciatoie utili per far crescere i miei progetti imprenditoriali.

  • Talent Bay: il podcast di Valerio Russo è una raccolta d’interviste fatte a persone di grande talento che ripercorrono la loro storia.

    Lo scopo è quello di permettere all’ascoltatore di imparare dalle persone che hanno avuto successo nella loro vita per sfruttare questi insegnamenti all’interno del proprio percorso di crescita personale.

  • Diario di due imprenditori digitali: Daniele Besana e Marco Gatti sono simpatici, hanno due belle “voci da radio”, ti danno un sacco di spunti utili e ti fanno veramente capire come il ragionare per obiettivi sia fondamentale per far crescere la tua attività.

    Inoltre, alla fine di ogni puntata mettono i link ai tool o ai libri di cui hanno parlato e ciò è molto utile.

  • Imprenditori di successo: Francesco Smorgoni e Paolo Pugni con simpatia, metodo e disciplina sono una fonte inesauribile di saggezza imprenditoriale.

  • Dario Vignali Podcast: Dario Vignali è un giovane imprenditore digitale di successo, noto per l’omonimo blog e l’azienda liquida Marketers, che mette a nudo il suo percorso imprenditoriale.

    Per chi come me vuole creare il suo impero imprenditoriale è un must seguirlo.

  • Radio Cresi: il podcast di Luca Cresi Ferrari, socio di Dario Vignali in Marketers, è da seguire assolutamente.

    Spunti utili su come organizzare la propria attività imprenditoriale, gestire un team da remoto e su letture interessanti sono all’ordine del giorno.

    Io seguo da tempo le sue Live su Facebook e i consigli che mi ha dato rispondendo ai miei commenti sono il pattern su cui sto costruendo la mia realtà imprenditoriale.

CONCLUSIONI

Il podcast è uno strumento indispensabile, a mio avviso, per crearsi il giusto mindset imprenditoriale.

Infatti, le persone che frequentiamo molto spesso non capiscono le nostre ambizioni e tendono a frenarci.

Con questo strumento possiamo entrare in contatto con persone che hanno la stessa nostra mentalità, che hanno già superato le sfide che noi stiamo affrontando, se siamo all’inizio del percorso come imprenditori, e ci possono dare consigli utili per superarle.

Mentre, nel caso in cui si sia imprenditori navigati, si potranno trarre dall’ascolto dei podcast utili idee per nuovi progetti o per rendere più efficiente il proprio business.

* * *

A questo punto, mio caro lettore, non mi resta che salutarti e darti appuntamento al prossimo post.

Ma prima di lasciarti ti invito, se hai un progetto da lanciare o un business da rilanciare poiché in sofferenza, a richiedere la mia consulenza e, se ti è piaciuto e lo hai trovato utile, a condividere questo articolo coi tuoi amici. Grazie!

E ricordati:

Sii indipendente, reinventati e fai la differenza!

Federico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.